Corso “Psicopatologia Relazionale e Clinica della Coppia”

Durata

5 incontri di 8 ore ciascuno (40 ore)

Titolo

Attestato di partecipazione

Numero massimo di allievi

20

Requisiti

Il corso è rivolto a psicoterapeuti già formati

Partecipazione

Sono permesse assenze fino al 20% del monte ore annuo.  

 

La richiesta di psicoterapia per la coppia in crisi è assai forte dal nostro vertice di osservazione. E’ verosimilmente un fenomeno del nostro tempo e delle sue contraddizioni. Prima fra tutte quella, complessa, di coniugare le aspettative di realizzazione dell’individuo con il bisogno dell’Altro ed i desideri di appartenenza. Ma c’è anche la necessità di compenetrare le forti sollecitazioni emotive a cui siamo sottoposti nei vari contesti di appartenenza con la dinamica dei sentimenti e dei legami.

La terapia di coppia deve perciò trattare piani diversi e complessi: gli schemi di interazione e di comportamento individuale, i modelli di relazione interpersonale costruiti dalla coppia nel tempo e quelli ereditati dalle famiglie d’origine, la dimensione intrapsichica dei partner e quella intersoggettiva.

Essa richiede una notevole sensibilità clinica, nel passare da un livello ad un altro, nel trattare la crisi della relazione ed esplorare la possibilità di un rilancio del patto oppure aiutando i componenti della coppia a trattare la fine del legame. In alcuni casi con specifiche configurazioni, perfino drammatiche nei fenomeni che si presentano. Infatti l’incontro tra la psicopatologia individuale con le diverse declinazioni della relazione di coppia può configurare l’emergenza di disturbi della relazione, anche gravi e perversi.

A fronte di queste emergenze specifiche, lo IAF.F ha pensato ad un corso avanzato sulla clinica di coppia per psicoterapeuti già formati con altri indirizzi clinici che intendano acquisire elementi strutturanti e di cura proprie dell’approccio sistemico- relazionale oppure per altri che, pur avendo una formazione analoga, possano però approfondire peculiari quadri relazionali e modalità tecniche di intervento, patrimonio della tradizione sistemica, ma integrati da specifici contenuti formativi dei didatti del corso, entrambi con una grande esperienza professionale e didattica nel settore della terapia di coppia

Il taglio del corso nel corso degli anni si è andato a definire in una direzione prettamente esperienziale, con processi terapeutici videoregistrati, basati su casistiche specifiche oggetto del programma.

Il nostro approccio didattico permette di accedere ad un approfondimento diagnostico e terapeutico, sia sulla coppia reale, sia sulla coppia interiorizzata, usando importanti tecniche non verbali patrimonio del nostro Istituto quali, ad esempio il collage di coppia o il genogramma fotografico; inoltre l’allievo del corso potrà anche riflettere attraverso gli strumenti insegnati ed il gruppo sulla propria idea di coppia, riflessione importante quando ci confrontiamo con la clinica.

Frequenza:
5 incontri di 8 ore ciascuno (9.30-13.00 e 14.00-18.30) nella giornata di Venerdì, in date che saranno stabilite al momento del raggiungimento del numero minimo di iscritti, per una frequenza di 40 ore.

Didatti del Corso: dott. Simone MIlli e dott.ssa Lilia Gagnarli

Costi:
Presentazione della domanda alla mail: segreteria@iaff.it con allegato il proprio CV.

€ 600,00 + IVA pagabili in 2 rate di € 300,00 + IVA, la prima all’atto dell’iscrizione e la seconda in occasione del 1° incontro.

Il corso vale per 30 crediti A.I.M.S.

E’ possibile richiedere ECM.

 

PROGRAMMA

 

1° incontro: La diagnosi relazionale a valutazione

-L’approccio multidisciplinare e i riferimenti teorici

-Crisi della coppia e ciclo vitale: il concetto di normalità come processo

-Strumenti esperienziali di approccio alla valutazione

-tipologie di coppie e assetto collusivo

l’approccio trigenerazionale e la formazione della coppia interna

-il continuum dell’intervento sull’asse supportivo/espressivo ed esplorativo.

-lo spazio mentale e la capacità di tollerare l’ambivalenza nel sé e nella relazione come indicatore prognostico

 

2° incontro: L’intervento trasformativo e la relazione terapeutica

-Il maschile e il femminile nel contesto dell’incontro terapeutico

-La coterapia come modeling e bilanciamento tra maschile e femminile all’interno del setting terapeutico

-Promuovere la reciprocità: differenziazione e riconoscimento del coniuge come altro da sé.

-La mentalizzazione nel processo terapeutico della coppia

-La regolazione affettiva e la tolleranza dell’ambivalenza nel sé e nell’altro

-La risonanza emotiva nel terapeuta come strumento di intervento e come area di rischio

-“La scalenizzazione”: la co-terapia come possibile strumento di de-triangolazione del terapeuta

 

3° incontro: La terapia di coppia in presenza di psicopatologia individuale

-il ruolo della psicopatologia nell’equilibrio della coppia

-la coppia con paziente borderline

-trauma e tamponamento psichico: trasmissione trans-generazionale della sofferenza, frammentazione del sé e identificazione proiettiva nella coppia

-il trigger e l’attivazione del funzionamento patologico nel sistema coppia: la messa in sicurezza

-rottura e riparazione della relazione terapeutica come rischio e opportunità evolutiva all’interno del processo terapeutico

 

4° incontro: Né con te né senza di te 

-la co-dipendenza

-Il legame disperante

-Interconnessioni tra dipendenze affettive e uso di sostanze all’interno della coppia

 

5° incontro: Il disturbo della sessualità come veicolo di significato per l’altro

-il rapporto tra mente e corpo: funzione riflessiva e mentalizzazione

-comunicare attraverso il comportamento: la sessualità come forma di comunicazione profonda all’interno della coppia

-sessualità, modelli familiari e modelli sociali

-la perversione

 

 

 

Menu